LA NAZIONE mercoledì 6 settembre 2006 Cronaca di Pistoia


IL LIBRO Marco Bresci

UN INGEGNERE
CHE SCRIVE
DI SPIRITUALITÀ





Chi ha detto che gli ingegneri non possono scrivere di spiritualità ed etica? Marco Bresci, 46 anni, ingegnere elettronico e consulente dell’Automobile Club Pistoia in quanto esperto di mobilità, è un esempio di come si possa scrivere di anima e di comportamenti etici pur occupandosi di cose aride e numeriche. Bresci, noto esponente della Comunità Bahà’ì, è riuscito ad armonizzare scienza e religione, a coniugare rigore scientifico e necessità del mondo interiore.
I primi articoli sulla qualità della vita cominciò a scriverli sul
Periodico Pistoiese. Altri articoli ha poi pubblicato sulla rivista Icaro, per poi approdare a riviste come Le Strade. Nel febbraio scorso è stato invitato al Convegno della Commissione Tecnica dell’ACI a Roma, il cui tema era: La Strada per Kyoto (il contributo è scaricabile dal suo sito www.marcobresci.it; dal sito si accede anche al suo blog http://insintonia.blogspot.com). Bresci ha conseguito anche un master di 1° livello in Sicurezza Stradale all’Università di Firenze e alla sapienza di Roma. Studia da anni le tematiche ambientali e dello sviluppo.
È autore di vari libri. Con Giuseppe Castello ed Enzo Stancati ha scritto “
La Fede Bahà’ì, cento domande, cento risposte” (Editoriale Progetto 2000, Cosenza 1998). Ha pubblicato con la collaborazione di Carlo Coronato “Armonia tra ambiente e sviluppo nel Terzo Millennio” (presentato alla Fiera del Libro di Torino nel 2001), nonché “Pianeta Uomo, i diritti dell’Anima” (European Press Academic Publishing, Firenze 2004).
Domani (ore 18, ingresso libero) negli Antichi Magazzini del sale di Ripa della Comunità (sotto il Palazzo Comunale di Pistoia) Bresci presenterà il suo ultimo libro: “
La Porta – Skygate” (pagg. 242, Euro 15, Ibiskos di A. Risolo Editrice, Empoli 2006). Saranno presenti l’Assessore Comunale alla cultura Tommaso Braccesi e Stefano Mecenate della Ibiskos.
In “
La Porta – Skygate”, partendo da un’analisi della situazione e dei problemi attuali, Bresci cerca di dimostrare che la soluzione sta dentro di noi. Insomma un invito alla ricerca personale, perché il vecchio detto “Chi cerca, trova” è ancora valido, sostiene l’autore. Il libro è la continuazione dei due precedenti, ma stavolta sono approfonditi e affrontati con stile più moderno, giovanile e pragmatico, gli argomenti riguardanti la ricerca della sintonia con se stessi, con gli altri e con l’ambiente.
Il testo porta per mano il lettore su un percorso che è verso fuori e al tempo stesso verso dentro. Un cammino che partendo dai dati dei problemi del mondo dimostra che la soluzione è interiore, sta “dentro”. Tale visione convergente verso se stessi aiuta a vedere meglio gli altri e gli eventi della storia. La chiave per aprire la porta del cambiamento del cuore e della mente dell’uomo è più vicina di quanto si possa immaginare e alla portata di tutti.
Un libro per tutti, giovani e meno giovani, per scoprire nuove facce di una realtà affascinante e dinamica con al centro l’uomo, il suo destino e la sua missione.


Cesare Sartori